Abbiamo il piacere di dover rettificare il luogo della presentazione della lista in quanto interverrà Luigi Di Maio, pertanto il 12 maggio ci vedremo alle 16:30 in P.zza Cavour

Grazie a tutti i Cittadini che questa mattina sono venuti al nostro gazebo a firmare per la presentazione della nostra lista.
Siete venuti in tanti a darci quel sostegno che ci rende orgogliosi di essere stati, e continuare ad essere, la vostra voce.
Per chi non avesse potuto essere presente oggi, ricordiamo che sarà possibile firmare per la nostra lista all'Ufficio elettorale presso il Comune dal lunedì al venerdì dalle ore 09:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 18:00

Cambia il codice dei contratti e la clausola di conservazione del posto diventa obbligatoria.

 

Da qualche giorno la cronaca nazionale si sta occupando del contenuto del decreto correttivo al Codice dei Contratti poiché ANAC ha segnalato nel decreto, approvato dal  Consiglio dei Ministri il  13 aprile 2017 (bollinato, firmato dal capo dello Stato ed in attesa soltanto della pubblicazione in Gazzetta) vi è un sostanziale ridimensionamento dei poteri dell'Autorità Nazionale Anticorruzione.

Per la realtà di Grottaferrata, il Decreto correttivo, quando entrerà in vigore, contiene un’importante novità sulla Clausola Sociale, quella che consente di conservare il posto di lavoro. Infatti, l’articolo 50 viene così modificato:

ART. 33

(Modifiche all’articolo 50 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50)

  1. All’articolo 50, comma 1, primo periodo, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, le

parole: “possono inserire” sono sostituite dalla seguente: “inseriscono”.

Per completezza si riporta quello che prevede la relazione tecnica che giustifica la correzione:

“per gli affidamenti dei contratti di concessione e di appalto di lavori e servizi diversi da quelli aventi natura intellettuale, con particolare riguardo a quelli relativi a contratti ad alta intensità di manodopera – disciplina l’inserimento, nei bandi di gara, negli avvisi e negli inviti, di specifiche clausole sociali volte a promuovere la stabilità occupazionale del personale impiegato. La modifica in esame è volta a stabilire che l’inserimento di tali clausole non è facoltativo (come prevede il testo attualmente vigente) ma obbligatorio”.

 

Addirittura il Consiglio di Stato nell’esprime il parere di competenza dul Decreto correttivo ha esortato il legislatore ad andare oltre questa riformulazione dell’articolo 50. Infatti, nei commenti espressi si rileva la seguente nota: “al riguardo, la Commissione speciale invita il Governo a valutare con attenzione l’opportunità di estendere (o adattare) l’operatività di alcune norme del codice, espressione di principi generali, anche agli appalti sotto soglia. Ad esempio, si potrebbe chiarire che la “clausola sociale”, che il correttivo rende ora sempre obbligatoria per gli appalti sopra soglia, possa essere quanto meno “consentita” nei contratti sotto soglia.

Con questa correzione si mette fine ad un grave problema causato dal Codice dei contratti.

Le varianti erano già nell’aria poiché sono il risultato delle problematiche segnalate dalle stazioni appaltanti della PA nell’applicare il nuovo Codice dei contatti.

Per ridurre i rischi di perdita del posto di lavoro, il Movimento 5S aveva suggerito la soluzione adottata in molti Comuni, ovvero, in linea con le interpretazioni più recenti di ANAC, di guardare la clausola come legittima se opera sul piano di un’indicazione preferenziale, di modo che essa possa spingersi fino a prevedere un obbligo di priorità nella riassunzione di personale da parte del nuovo gestore. Questo, purché non imponga automatismi tali da inficiare la libertà dell’imprenditore nell’organizzare la propria attività d’impresa.

Tuttavia non sappiamo se siamo stati ascoltati o meno ed ancora oggi non comprendiamo la metodologia seguita nell’applicare in modo penalizzante per i lavoratori il Codice degli appalti.  Che peccato, è difficile amministrare, amministrare bene ancor di più.

Il cambiamento inizia con una semplice firma, il primo passo per portare finalmente Trasparenza, Efficienza, Competenza ed Equità alla guida di Grottaferrata.

Ecco perchè il 30 aprile saremo in Piazza Cavour dalle ore 09:00 per raccogliere le firme per presentare la nostra lista.

GROTTAFERRATA E' TUA , VIENI A RIPRENDERTELA!!!

DOMENICA 2 APRILE
PRESSO IL TEATRO "G. FALCONE"
DALLE ORE 16:30
PARLEREMO DI:

REDDITO DI CITTADINANZA
interverrà Roberta Lombardi portavoce alla Camera dei Deputati

MICROCREDITO 5STELLE
interverrà Carla Ruocco portavoce alla Camera dei Deputati

ACQUA PUBBLICA E ACEA
interverrà Federica Daga portavoce alla Camera dei Deputati

LOTTA AL GIOCO D'AZZARDO
interverrà Massimo E. Baroni portavoce alla Camera dei Deputati

a conclusione dell'incontro ci sarà una cena di autofinanziamento presso la pizzeria "Da Valerio" in Viale San Nilo (fronte Abbazia)
MENU:
Supplì, crocchette e bruschette
1 pizza a scelta tra 4 gusti
Acqua, vino e caffè
€ 20

per prenotazioni:
Valentina 389 5133682
Simona 347 7418335
Cinzia 328 4669708

Il Movimento 5 Stelle di Grottaferrata, con i propri legali, ha avuto un incontro con i rappresentanti degli ausiliari del traffico. Inoltre, nel merito della clausola sociale cancellata dalla delibera di Giunta nr 18 del 20.02.2017 il Movimento può indicare una possibile soluzione.
Tuttavia nell’incontro sono state evidenziate altre perplessità meritevoli di approfondimento in merito alla correttezza del bando stesso, pertanto si chiede un chiarimento da parte del Commissario e del Dirigente del settore 1 in tempi brevissimi.
Ciò premesso, nell'ottica della salvaguardia dei posti di lavoro, il Movimento 5 Stelle Grottaferrata chiede all’Amministrazione
L’immediata revoca dell’avviso n ° 7710/2017 e degli Atti successivi ad esso legati,predisponendo un nuovo Avviso atto ad inserire nel bando una clausola sociale formulata secondo l'orientamento legislativo.

Pagina 2 di 10