Oggi venerdì 29 maggio 2015 c'è' stato l'11 CONSIGLIO COMUNALE
Oltre alle Interrogazioni, le Interpellanze e le Mozioni, si presentavano due punti fondamentali, i quali rappresentavano l'oggetto principale della richiesta di un CONSIGLIO STRAORDINARIO da parte di tutte le forze d'opposizione.
1) ISTITUZIONE DI UNA MUNICIPALIZZATA
2) CENTRALE UNICA DI COMMITTENZA E APPALTO DEI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE.
"UNA VERGOGNA"
Di tutto si è parlato poi quando si è arrivati a questi due ed ultimi punti si sono attaccati ad un cavillo ed applicando un becero regolamento, non hanno permesso che si trattassero questi due fondamentali ed importantissimi argomenti. Siamo stati CENSURATI, da un regime dittatoriale Amministrativo di una gravità' mai vista. Questo procedere con una forza autoritaria spalanca a varie conclusioni:
- PERCHÉ NON HANNO VOLUTO TRATTARE QUESTI DELICATISSIMI ARGOMENTI?
- PERCHÉ LE OPPOSIZIONI NON HANNO POTUTO PORRE I LORO DUBBI?
- CHI AMMINISTRA CONVINTO DI ESSERE NEL GIUSTO NON HA PAURA DI UN CONFRONTO.
Io però oggi non vi parlerò delle nostre Interrogazioni e Mozione presentate, perché questi saranno argomenti che Sabato 13 giugno dalle ore 17 alle ore 19 tratteremo in Piazza Cavour a Grottaferrata.
Mi sono permesso dopo quello che è accaduto di invitare per quell'evento le altre Forze Politiche di opposizione che oggi insieme a me sono rimaste sbalordite difronte ad un tale atteggiamento che neppure il peggior regime dittatoriale si sarebbe permesso di usare.
Oggi vi parlerò della IPOTETICA MUNICIPALIZZATA CHE VORREBBERO CREARE.
Questo è quello che avrei voluto dire:

- Visto
che per voi è' un progetto che parte da lontano ed uno dei punti di forza evidenziato sia in Campagna Elettorale anche grazie ad un libricino distribuito a tutta la Cittadinanza e quindi riportato sulle linee programmatiche del vostro Governo, ci auguriamo che sia stato sviscerato ed analizzato nei minimi dettagli altrimenti significherebbe proporre per pura propaganda ma soprattutto dareste l'impressione anzi la certezza della pochezza delle vostre capacità amministrative.
Dopo un anno di Campagna Elettorale ed uno di Governo proponete un qualcosa che ancora non conoscete?
Mi auguro di no

Avete analizzato i pro e i contro?
Ci auguriamo di si
Comunque
- Premesso che il 97% dei Comuni Italiani ha una Municipalizzata, Partecipata o Società' di Servizi come la vogliamo chiamare o intendere

- Premesso che oltre confine o subito prima ci sono alcune eccezioni che funzionano parliamo di Friuli o Trentino Alto Adige

- Premesso che istituirla in teoria sarebbe cosa buona e giusta perché' in questo momento storico si creerebbe occupazione

- Premesso che non sarà' il M5S a gestirla.

ci domandiamo:

- I professionisti a cui avete pensato grazie alla Delibera preposta stanno lavorando?
- e se gli è' stato affidato l'incarico a che punto sono?
- questa consulenza quanto ci è' costata?

- Quindi augurandoci che stiate parlando con riscontri oggettivi perché' ormai lo ribadisco è passato un anno e voi lo avevate promesso e sottoscritto nelle linee programmatiche ci interesserebbe sapere inoltre:

- Quali sono i costi per istituirla
- Di quanto personale prevedete di aver bisogno
- Ci può' elencare Assessore nel dettaglio quali servizi espletera'
Fornitura di energia
Raccolta e fornitura di acqua
Smaltimento rifiuti
Trasporto pubblico
Servizi di istruzione e sanità' (farmacie comunali)
Servizi di consulenze
Supporto nel settore delle comunicazioni, pubbliche relazioni, eventi e fiere

Un dato interessante, nel Lazio ci sono 283 Società' con il numero più' alto di tutte le altre Regioni 54.675 di dipendenti,
lo volete proprio incrementare?
(Lombardia con 48.323 per poi passare in Piemonte con 25.952 e Veneto e Toscana con 24mila circa)

- Come procederete per l'assegnazione delle specifiche competenze, del Cda per esempio:
oggi qui abbiamo Assessori senza specifiche competenze, ma nominati ritengo forse perche' portatori di consensi elettorali?
quindi questo sarà' l'iter ed il criterio anche per l'assegnazione degli incarichi professionali del gruppo di Amministrazione della Partecipata?

Per non parlare dei compensi degli amministratori, uno dei temi tanto dibattuti nell'ambito della Spending review.

- Se divideremo la classe dirigente invece presumo con un Comune limitrofo, pensate di risparmiare la meta' del costo dei compensi o creerete con quei soldi più' posti di lavoro?

- Il Presidente del Consiglio Renzi sta cercando di destituirle perché' si è accertato che finiscono per essere occupifici utili solo per le prossime Campagne Elettorali ma non portano assolutamente benefici economici in termini di risparmi sui servizi per la Cittadinanza e ci costano 26 miliardi all'anno
Il Procuratore Generale Salvatore Nottola dichiara: Hanno un forte impatto sui conti pubblici e con poca trasparenza
anzi
finiscono sui quotidiani di tutta Italia per evidenti frodi e danni erariali,
(senza andare tanto lontano possiamo citare la Gaia, - 200 milioni)
quindi mi domando: visti questi fallimentari risultati quali strabilianti capacita' pensate invece voi di possedere?

- Sapete quanto costa la gestione annua di un tale struttura con analoghe caratteristiche alla nostra Cittadina?
In un paese non molto lontano per esempio circa 3 milioni di euro all'anno
Nell'elenco delle previsioni annuali di competenza e di cassa per il 2015
Ci sono delle voci interessanti per esempio: Medicinali ed altri beni di consumo sanitario 260.000, Consulenze 49.000 altri beni di consumo 51.000 redditi da lavoro dipendente 1.845.157 Comunque l'entrate sono di circa 3 milioni di euro, indovinate le spese a quanto ammontano casualmente? Un miracolo alla stessa cifra.

- Le spese che vi addosserete per il personale che assumerete sono compatibili con la nostra situazione economica?

- Il nostro dirigente la Dot. Rasi è propensa e lo ritiene un progetto ed una operazione possibile?

- I costi preventivati sono stati già posti nel prossimo Bilancio Preventivo o perlomeno simulati per le prossime annualita'?

- Come controllerete e quindi chi farà' da garante evidenziando la trasparenza necessaria delle varie operazioni che questa Società' svolgerà' per la nostra amministrazione?

Dopo tutte queste perplessità e domande siete ancora sicuri che sia il caso di costituirla?

Sindaco Fontana lei sostiene l'avversione nei suoi confronti da parte di una nota testata on line il Mamilio
anche il Caffè' dei Castelli non scherza, infatti la conferenza stampa tenutasi in occasione della Fiera la commenta così':
Il Comune di Grottaferrata agisce in controtendenza, infatti nonostante il clima di spending review che ormai da anni colpisce gli enti locali e le società municipalizzate, l'amministrazione comunale criptense ha annunciato l'imminente nascita di una società multiservizi a partecipazione pubblica
Possibile che tutti la vedano in maniera diversa dalla sua?

Perché è qui il nocciolo, possiamo parlare fino a domani senza considerare il DIVIETO di poter Costituire una Partecipata ex novo a Comuni sotto i 30.000 abitanti LEGGE DI STABILITA' n.147 del 2013
Fino al 2010 la legge n.122 ordinava a quelle esistenti sempre sotto i 30.000 abitanti di mettere in liquidazione o cedere le partecipazioni nelle società' già' costituite in perdita con riduzione di capitale sociale o in cui gli stessi Comuni siano stati gravati dall'obbligo di ripianare le perdite.
Mentre la legge n.147 del 2013 ha introdotto a partire dal 2015 obblighi di accantonamento nei bilanci degli enti partecipanti le società in perdita.

Quindi l'unico vostro escamotage ed ancora di salvezza potrebbe essere quello di acquisire una parte di quote ed entrare in una multiservizi gia' in essere e soprattutto in attivo
Per esempio quella di un paese limitrofo forse Marino o similare?

Ma conoscendo i problemi del Sindaco di Marino e quindi della sua Partecipata, non vi resta che aspettare e sperare. Penso!!!
Un ultima domanda e poi concludo: ma se la legge lo vieta perché' vi ostinate a perseguire questa strada?

Grazie Presidente.

Contro la povertà e le diseguaglianze e per contrastare le mafie il parlamento deve approvare una legge per il Reddito Minimo o di Cittadinanza.
Dal 2008 al 2014 la crisi in Italia ed Europa secondo i dati Istat ha più che raddoppiato i numeri della povertà relativa ed assoluta. Dieci milioni di italiani e italiane vivono in condizione di povertà relativa, e sei milioni in condizione di povertà assoluta. Le diseguaglianze sono cresciute a dismisura e diventate insopportabili.
Più la povertà aumenta, più le diseguaglianze si ampliano, più le mafie si rafforzano. Per questo in Italia è necessario avere una misura come il Reddito Minimo o di Cittadinanza. Non è impossibile, non è una proposta irrealistica: è una scelta di buon senso, necessaria e giusta. firma anche tu

Questa è troppo bella, servono parcheggi per le auto della Municipale e loro assegnano i posti allo staff del Sindaco !!!
http://www.comune.grottaferrata.rm.it/images/DELIBERE_2015/DeliberadG_42_24_03_2015_ST0203.pdf

 

Ieri 23/3 si sono tenuti i funerali delle vittime del vile attentato di Tunisi, in tutta Italia i Comuni, per solidarietà hanno tenuto le bandiere a mezz'asta.

Tutti ? Non proprio, Grottaferrata, dimostrando grande sensibilità si è guardata bene dal farlo !!!

Giudicate voi.

Pagina 6 di 10